L’istituzione della “Rete Nazionale per il Registro Tumori” è legge!

Sergio Romagnoli

Sergio Romagnoli

Un passo importante e fondamentale per lavorare sulla prevenzione e la lotta contro una malattia che colpisce, secondo il report 2018 AIRTUM, 1022 persone ogni giorno, con diagnosi di tumore maligno. I tumori sono la seconda causa di morte (29 per cento di tutti i decessi), dopo le malattie cardio-circolatorie (37 per cento).
Con questa legge, vogliamo studiare l’incremento di fattori di rischio e dell’incidenza dei tumori e ottenere una sorveglianza sanitaria oncologica per monitorare l’andamento delle patologie sull’intero territorio nazionale.
Dotarsi di un registro tumori significa poter avere sotto mano uno strumento fondamentale per ricavare una fotografia precisa dei dati, costantemente aggiornati, su incidenza, prevalenza, mortalità e correlazione tra patologia oncologica e fattori ambientali su tutto il territorio nazionale.
dati ricavati dal registro nazionale tumori serviranno a valutare l’efficacia dei nuovi percorsi diagnostici e terapeutici e a garantire l’accessibilità a tutti i cittadini italiani (da Nord a Sud) ai trattamenti più innovativi
Vogliamo arrivare al 100% della copertura completa del territorio nazionale, con dati aggiornati annualmente e validati scientificamente ai quali potranno contribuire università, centri di ricerca pubblici ed enti del terzo settore.
 La battaglia che il Movimento 5 Stelle ha sempre portato avanti per il pieno diritto alla salute diventa finalmente legge e con emozione accolgo questo importante provvedimento!
C’è ancora tanto lavoro da fare, e lo faremo: lo dobbiamo ai malati e alle famiglie, che combattono ogni giorno contro questo male. Avanti tutta!