Incontro con Luigi Di Maio del 7 Luglio.

Staff

Staff

La forza e l’ottimismo di Luigi Di Maio: questo il messaggio più grande di ieri sera. 

L’incontro nelle Marche tra il nostro premier politico e gli attivisti e i portavoce della nostra regione, è stato un dialogo e un confronto tra opinioni anche molto diverse. Ma se c’è una cosa che ci unisce, sono quei valori e quegli ideali, la volontà di cambiare le cose. Nonostante tutto. 

Spesso siamo troppo presi dai personalismi, dall’autoreferenzialità, da questioni interne, dimenticandoci che se siamo nel Movimento è perché c’è scattata dentro quella voglia di fare, di essere attivi per cambiare le cose. 

Oggi stiamo parlando di organizzazione: non è facile per un Movimento che nasce spontaneo e con grande apertura verso tutti darsi delle regole. 

Quello che ci ha detto Di Maio, che continuerà il suo tour in tutte le Regioni italiane, è che dobbiamo puntare alla formazione e ad una riorganizzazione snella, efficace, fatta di competenze ma di grande spirito di squadra. I “singoli”, quelli che hanno “la” risposta, non ci fanno bene., A noi serve chi ha “una” risposta e la mette al servizio e in discussione insieme al gruppo.

Quello che è certo è che cambieremo, per migliorarci, per continuar ad essere aperti al mondo e alle persone, non chiuderci. 

Stiamo facendo dei passi avanti, di cui continueremo a discutere, di cui continueremo a parlare. 

Ieri, in una sala con circa 300 persone, hanno parlato tutti gli attivisti: sia quelli che si erano prenotati, che quelli che hanno richiesto di intervenire prima della serata.

Come organizzatori, ringraziamo prima di tutto i portavoce che si erano prenotati, ma che hanno lasciato spazio agli attivisti, rinunciando al loro spazio. E’ stata una scelta di Luigi, che condividiamo in pieno, perché era giusto così.

E’ stato un confronto, ne seguiranno altri, perché sceglieremo insieme. Abbandoniamo i particolarismi, seguiamo gli strumenti che ci sono stati dati, e teniamo la barra dritta verso questo cambiamento.