Banche: I risparmiatori truffati potranno finalmente avere giustizia

Una vicenda, quella dei rimborsi ai truffati delle banche, davvero lunga e complicata. Ma adesso siamo finalmente in dirittura d’arrivo. Ieri è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del MEF sul fondo di indennizzo ai risparmiatori truffati dalle banche. È stato un percorso difficile, lungo ed estenuante, una dura battaglia, ma ce l'abbiamo fatta. È più di un anno che lottiamo per dare ristoro ai truffati dal crack bancario. Sono sei mesi che il fondo è pronto: 1,575 miliardi di euro stanziati in bilancio. E adesso è tutto pronto per il risarcimento. Finalmente i 43.000 truffati di Banca Marche avranno il loro rimborso. Entro 20 giorni dalla pubblicazione Consap renderà operativa la piattaforma informatica con tutte le informazioni sulle modalità di presentazione della domanda e gli adempimenti necessari. Entro 45 giorni partiranno ufficialmente le domande di rimborso. Chi potrà presentare la richiesta di risarcimento? Possono accedere all'indennizzo forfettario le persone fisiche, l'imprenditore individuale, anche agricolo, e il coltivatore diretto, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, nonché le microimprese. In sostituzione del risparmiatore originario possono accedere alla procedura di indennizzo anche i successori e i familiari che abbiano acquisito la titolarità degli strumenti finanziari. Un indennizzo che per gli obbligazionisti equivale al 95% del costo di acquisto. Per gli azionisti è commisurata al 30% del costo di acquisto, entro il limite massimo di 100.000 euro. Abbiamo mantenuto la nostra promessa, abbiamo invertito la rotta dei governi precedenti e stiamo dando finalmente una risposta alle istanze delle migliaia di cittadini vittime della malsana gestione delle banche e dei rapporti fin troppo ambigui con la politica, cittadini che la politica aveva condannato a perdere i risparmi di una vita. Ma adesso finalmente la politica compie il suo dovere. Finalmente la politica è dalla parte dei cittadini.