Fabriano protagonista nel mondo grazie all’UNESCO

La XIII Conferenza annuale della Rete delle Città Creative UNESCO che si terrà la prossima settimana a Fabriano, "Città Creativa dell'Artigianato e tradizioni Popolari” dal 2013, è motivo d’orgoglio per tutto il territorio marchigiano.

Ospiteremo delegazioni da tutto il Mondo ed il nostro Pese, con le sue città creative, dalla marchigiana Pesaro a Milano, Bologna, Torino, Parma, Roma, Alba e Carrara, sarà la cornice perfetta per parlare di “città ideale”, di futuro, di sostenibilità, degli obiettivi 2030, intessere relazioni culturali, che sono alla base di relazioni economiche stabili.

E’ un evento internazionale di rilevanza altissima, e la presenza del presidente Mattarella e del Premier Conte per il Forum dei Sindaci di tutte le Città Creative del mondo ne è la conferma. La forza attrattiva che tale evento può esercitare sugli investitori (soprattutto stranieri), e il contributo che essa darà al dibattito sull'idea di futuro delle città del XXI secolo ci rende orgogliosi ed ottimisti sul futuro anche della nostra Regione. Un'idea fondata sulla nostra incrollabile convinzione che uno sviluppo urbano sostenibile è possibile proprio nel segno della valorizzazione dei patrimoni storico-culturali locali!

Martedì i delegati delle Città Creative Unesco conosceranno il nostro territorio marchigiano, in un viaggio denominato “Le Città dell’Orsa” perché sono state unite come a formare il Grande Carro. L’idea di Francesca Merloni unisce sotto il segno della creatività Urbino, Pesaro, Senigallia, Ancona, Recanati, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Fabriano. Cultura, sinergia, progetti condivisi: è così che possiamo affrontare la crisi e la rinascita dei nostri territori, lasciando che la creatività si trasformi in cultura, e la cultura sia volano economico.

Cattoi, Coltorti, Emiliozzi, Fede, Giuliodori, Parisse, Romagnoli e Terzoni.