Barriere anti-rumore: ci sono soluzioni condivise, ma che ognuno faccia la propria parte.

Mauro Coltorti

Mauro Coltorti

Giorgio Fede

Giorgio Fede

“Sul caso dell’inquinamento acustico della rete ferroviaria lungo tutta la costa marchigiana, stiamo intraprendendo una strada che vede tutte le istituzioni collaborare, perché è fondamentale risolvere i problemi attraverso il dialogo con tutti i livelli politici coinvolti. Per questo abbiamo incontrato il Sindaco di Falconara e l’Assessore competente insieme alla consigliera regionale Romina Pergolesi e al consigliere comunale Bruno Frapiccini. Solo condividendo un percorso possono arrivare risultati attesi dai cittadini”, commentano così i senatori del Movimento 5 Stelle Giorgio Fede e Mauro Coltorti, quest’ultimo anche presidente della commissione infrastrutture e trasporti.
“Con la Sindaca di Falconara e l’ Assessore competente, abbiamo fatto il punto della situazione sull’annoso problema delle barriere fonoassorbenti, progetto presentato da RFI, che andrebbero a deturpare non solo l’ambiente ed il paesaggio lungo la costa, ma che potrebbero avere ripercussioni anche dal punto di vista sanitario.
Prima di questo incontro, abbiamo creato un gruppo di lavoro con tutti i portavoce interessati, studiando la normativa e ripercorrendo l’iter burocratico degli ultimi 10 anni. Nell’incontro, quindi, con i rappresentanti del Comune, abbiamo potuto elaborare una soluzione che posa tutelare i cittadini: sia quelli che non vogliono un muro di 10 metri davanti la loro casa, sia quelli che chiedono giustamente l’abbattimento acustico della rete ferroviaria”, commenta il senatore pentastellato Giorgio Fede.
“Adesso spetta Regione Marche il compito di coordinare le esigenze di tutti i comuni della costa e tutelare cittadini e territorio”, sottolinea Mauro Coltorti, che prosegue:
“Ci è stato chiesto dal Comune di proporre in commissione un intervento legislativo che stabilisca una nuova modalità di determinazione dell’impatto acustico, tenendo contodel miglioramento del materiale rotabile che si concretizzerà in virtù dell’applicazion delle norme sul materiale rotabile nuovo, in particolare dei carri merci. Stiamo già lavorando in questa direzione, e siamo felici dell’iniziativa del Comune di Falconara di coinvolgere una serie di importanti Comuni estudiare soluzioni condivise per abbattere l’inquinamento acustico, tenendo presente che lo stesso Decreto ministeriale del 2000 indica anche la necessità di intervenire prima di tutto sulla sorgente del rumore” .
“E’ necessario, adesso, che la Regione prenda posizione in modo chiaro, coordinando in maniera unitaria le conferenze dei servizi che saranno convocate dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti per i vari Comuni marchigiani coinvolti dal progetto.
Dobbiamo evitare lo sperpero di denaro e scegliere il meglio possibile per tutti, sia per il territorio, l’ambiente ma soprattutto per i residenti.
Fare politica vuol dire essere responsabili delle necessità dei cittadini e portare avanti le giuste istanze del territorio. E questo è possibile attraverso il dialogo costruttivo.”, concludono i portavoce al Senato Giorgio Fede e Mauro Coltorti